Oggi: Marted 12. 22. 2010

Password dimenticata?

Non sei ancora registrato?
Iscriviti ora!

Frers Cup at Trapani, Sicily

Frers Cup at Trapani, Sicily

La prima edizione della Frers Cup, riservata esclusivamente agli armatori degli yacht progettati da German Frers, è iniziata con un “Party di benvenuto” sulla banchina dell'antica città siciliana di Trapani. Dopo il briefing con gli skipper, tenuto dalla GWM Racing all'interno dell'esclusivo Villaggio di Regata, gli armatori con i relativi equipaggi sono stati deliziati da un cocktail di benvenuto a base di eccellenti vini siciliani, omaggio dell'azienda Terre di Giafar.

German Mani Frers ha dato un caloroso benvenuto agli ospiti e si è mostrato molto grato alla città di Trapani per la generosa ospitalità.
Il nuovo splendido trofeo, la Frers Cup, è stato svelato durante il party. Progettato da German Mani Frers e creato da Andrea Salvatori, l'opera d'arte è stata rifinita con ceramica di Faenza smaltata e fibra di carbonio. La coppa rappresenta la barca di Gianni Agnelli, lo Stealth Frers 93', uno degli yacht da regata più veloci e, di sicuro, uno dei più straordinari mai costruiti.

Graditi ospiti del Party di benvenuto sono stati il Sindaco di Trapani Vito Damiano, che ha accolto la Frers Cup nella città e il dottor Stefano Donati, Direttore dell'Area Marina Protetta delle Isole Egadi, che ha presentato il meraviglioso

... arcipelago.

Sotto l'egida del Club Canottieri Roggero di Lauria e con il supporto del Club Match Race di Trapani, la regata è partita con una traversata attorno a Levanzo, la più piccola delle isole Egadi, che si trova a 9 miglia ovest da Trapani. Le tre ore di regata hanno offerto lo spettacolare panorama di Levanzo e una sfida tattica per i magnifici yacht Frers.

Il Frers Maxi Bristolian 94' ha fatto una buona partenza ma è stato passato subito dal Wally 100' Gibian, che è stato in testa fino alla prima boa. Il vento soffiava da un angolo perfetto nel bordo verso il canale tra Levanzo e Favignana e il Code Zero di 700 mq di Gibian, un Maxi molto potente timonato da Armando Grandi, gli ha permesso di aumentare il vantaggio. Lo Swan 80' Plis Play, timonato da Vincente Garcìa Torres, è stato il primo ad issare il gennaker, anticipando il salto di vento durante l'avvicinamento a Levanzo; il team spagnolo si è avvicinato chiudendo il gap con la barca in prima posizione. La splendida costa settentrionale di Levanzo è un luogo di straordinaria bellezza, con pendii rocciosi che nascondono grotte, come la Grotta del Genovese, che conservano graffiti che risalgono a più di 1100 anni fa. Plis Play, doppiando il capo di Levanzo, si è tenuta alta e ha ri-issato il gennaker passando in testa, superando Gibian all'altezza del faro di Capo Grosso. A bordo dell'equipaggio spagnolo, grande entusiasmo per la vittoria in tempo reale e compensato.

“Siamo tutti molto lieti di essere stati invitati a gareggiare nella Frers Cup” ha commentato Marco Ibanez, comandante della barca Plis Play. “German Frers ha progettato molti incredibili yacht e sono sicuro che l'evento non soltanto crescerà, ma diventerà un luogo d'incontro per queste imbarcazioni. Oggi il meteo è stato a nostro favore. Il vento è stato molto leggero e sono sicuro che con più vento gli yachts più grandi sfrutteranno il vantaggio di una superficie velica maggiore”.

Frers Design Focus – Swan 112', Mystery

Verso la fine degli anni 90', German Fres progetta il primo di una serie di Swan che rimarrà ineguagliabile. Mistery è stata la seconda di un gruppo di cinque Swan 112' ed è l'icona del design Frers. Le sue caratteristiche principali sono uno scafo e un piano velico ad altissima performance combinate con l'altissima qualità richiesta dalla costruzione di un Superyacht.

“Il quadrato superiore di Mistery è stato progettato con un approccio totalmente innovativo per gli anni 90'; l'armatore e i suoi ospiti godono di una vista a 360° in un ambiente accogliente e con tutti i comfort, anche quando all'esterno si scatenano gli elementi. E tutto questo si è dimostrato particolarmente utile soprattutto durante la traversata verso Trapani, dove Mystery ha navigato con 40 nodi di vento in prua. Un'altra soluzione particolarmente brillante è stata quella di progettare un lazzeretto idraulico che può essere lasciato aperto sull'acqua, facilitandone al massimo l'utilizzo.

Oggi questo tipo di soluzione è diventata standard su questo tipo di imbarcazioni, ma in quel momento ha rappresento un vero e proprio giro di boa!”- German Frers Sr.

Fotografia: Carlo Borlenghi
Montaggio e post produzione: SpeakerWeb.TV
Organizzazione: SpeakerWeb.TV
Direttore di produzione: Giuseppe Fontana

Password dimenticata?

Non sei ancora registrato?
Iscriviti ora!




Video

SEGUICI SU